Fatema Mernissi, L’harem e l’Occidente (Marocco)

Fatema Mernissi è una scrittice marocchina, femminista. Probabilmente la conoscerete per il suo successo letterario “La terrazza proibita” che usci’ qualche anno fa.
In questo libro ci porta alla scoperta del mondo Occidentale con gli occhi di una donna musulmana. In un viaggio che attraversa l’America e l’Europa, la scrittrice prova a capire il concetto occidentale di harem, come luogo di perdizione e sesso, e non come luogo di schiavitu’ e sottomissione femminile, come è in realtà.
Partendo dai racconti de “La mille e una notte”, che probabilmente avremo letto tutti da bambini nella forma fiabesca, le sue ricerche toccano l’arte, la letteratura e la filosofia.
Cosa scopriremo è che nel mondo occidentale, che si pone come modello di eguaglianza e democrazia, le donne, pur non essendo costrette a portare il velo, sono bombardate da un modello estetico di bellezza estremo e irrangiugibile che le (ci) priva della libertà di espressione e di essere.
Il concetto di libertà per quanto mi riguarda è molto piu’ ampio e qui non se ne parla in maniera totale, rimane pero’ una lettura interessante, con un punto di vista per noi diverso che comunque fa riflettere.
Cio’ che è triste è che negli anni 2000 stiamo ancora discutendo di diritti delle donne e parità come tappa da raggiungere e non come un concetto che dovrebbe essere “naturale” in un mondo che si reputa civile.

Recensione di jaahbaba.

Annunci