Bessie Head, La donna dei tesori (Botswana)

Una raccolta di racconti che si apre con una leggenda locale e si muove fra figure tipiche ed altre meno ovvie, ma tutte le storie presentano al centro della vicenda una o più donne (pur non essendo per forza le protagoniste); in tutti la donna rappresenta la forza positiva della trama, anche se in alcuni un altro personaggio femminile può essere anche la forza negativa. Più ancora che la figura della donna però, il vero protagonista sembra essere il rapporto fra il passato ed il futuro, spesso risolto nella banale versione dell'”era meglio quando si stava peggio”; chiariamoci comunque, i racconti sanno essere affascinanti anche così (anzi, alcuni sono affascinanti proprio per questo concetto), ma trovo fastidiose le chiusure con la morale dichiarata.

Lo stile non mi ha entusiasmato; piatto e scialbo nei primi racconti, si fa più liscio ed interessante dalla storia dei due profeti per poi continuare con il ritmo giusto, anche se calmo e con un gusto amaro continuo.

Tra i racconti che ho preferito “Il vento e un ragazzo”, manifesto della tesi del nuovo che avanza e distrugge la società; ma soprattutto “La donna dei tesori”.

Recensione di killdevilhill.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...