Claudia Piñeiro, Tua (Argentina)

Claudia Piñeiro, Tua (tit. originale Tuya), Feltrinelli, Milano 2011. Traduzione di Michela Finassi Parolo. 

Avevo letto qualche recensione praticamente entusiasta di questo libro e mi sono incuriosita. Devo dire che non sono d’accordo con queste recensioni, ma è comunque un libro carino, che si lascia leggere in un paio di sere e scorre bene e veloce, senza permettere di metterlo giù.

La storia è questa: Inés è una specie di casalinga disperata che crede che la sua vita (ovvero la sua famiglia, o meglio il suo matrimonio) sia perfetta. Un giorno scopre un biglietto nella borsa del marito, scritto col rossetto e firmato “Tua”. Da lì capisce che il marito la tradisce (ecco perché non facevano l’amore da tempo) e che la sua vita non è così perfetta come pensava che fosse. Inizia a seguire il marito, finché una sera lo segue a un appuntamento con la sua amante (la segretaria, un po’ banale), e qui assiste all’impensabile: i due litigano, Ernesto spinge Alicia, questa cade e muore sbattendo la testa su un sasso. Questo è l’inizio del romanzo, a cui si intreccia la storia di Lali, figlia adolescente della coppia, che è incinta ma nessuno se ne accorge, presi come sono tutti quanti dalle loro beghe private, troppo impegnati per guardare alla figlia.

La trama è estremamente banale: il marito ha l’amante, ma ha anche l’amante dell’amante, insomma un quadrilatero più che un triangolo. La trama gialla praticamente non c’è, sappiamo subito cosa succede e si capisce ben presto come andrà a finire il romanzo, non ci vuole grande intuito. L’unica cosa interessante è il rapporto-non rapporto fra i genitori, soprattutto la madre, e la figlia adolescente, che viene completamente lasciata a se stessa.

In realtà non è che sia un bel libro, non ha niente di originale, però tiene incollati fino all’ultima pagina e si fa leggere bene, la scrittura è buona e lo stile anche. Insomma, un buon libro per passare una serata piacevole, ma è meglio se ve lo fate prestare anziché spenderci dei soldi.

* Il libro sul sito dell’editore (con tanto di booktrailer e possibilità di sfogliare il libro).
* Una recensione.

Recensione di Sonnenbarke.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...